BORGETTO (PALERMO) – Una lite tra giovanissimi finisce nel sangue a Borgetto, in provincia di Palermo. Il diverbio è iniziato "per uno sguardo di troppo". Dalle parole si è presto passati ai fatti: un 23enne, T.A., ha colpito con due coltellate al torace un 17enne. Dopo averlo lasciato in una pozza di sangue, l'aggressore è fuggito per le vie del paese.

In seguito alla segnalazione di un passante, i carabinieri sono subito partiti alla ricerca del 23enne, raggiunto in breve tempo; i militari hanno anche trovato il coltello con cui è stato gravemente ferito il minorenne.

Il presunto aggressore è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato trasferito nel carcere Pagliarelli di Palermo. Un episodio di cronaca assurdo, che lascia i siciliani col fiato sospeso, al pari della storia del finanziere Mario Aiello.