Calci, pugni e morsi ai poliziotti che gli chiedono i documenti. Sono scattate le manette a Palermo per G.D.M, 26 anni, con l'accusa di violenza, resistenza, minaccia a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni personali. Il giovane è stato immobilizzato con l'uso dello spray al peperoncino. Diversi cittadini avevano segnalato la presenza di un uomo che, con un oggetto in mano, minacciava i clienti di un bar e i passanti, in via Sampolo.

Quando i poliziotti gli hanno chiesto i documento, il 26enne è prima scappato in bagno, quindi si è scagliato contro i militari. Salito in auto, ha continuato a minacciare gli agenti di morte e con un calcio ha frantumato il finestrino posteriore della vettura di servizio, tentanto la fuga. Gli agenti hanno quindi fatto ricorso allo spray al peperoncino. Dopo le cure del caso, l'uomo è stato arrestato. Anche due dei poliziotti intervenuti sono stati medicati in ospedale.