Non si è ancora spento il pericoloso incendio divampato nel tardo pomeriggio di ieri alla Sidermetal di Carini (Palermo). Sono andati a fuoco rifiuti meccanici e industriali, una ingente mole di materiali accatastati nello spiazzale della fabbrica: le ruspe stanno coprendo con la terra i rifiuti bruciati per evitare che le esalazioni continuino a sprigionarsi nell'aria, ma le fiamme non sono ancora state domate.

Sono al lavoro sette squadre dei vigili del fuoco, coadiuvate dal nucleo Nbcr (Nucleare biologico chimico e radiologico): si sta valutando il rischio di inquinamento, causato dalla combustione di materiale plastico. Alle 19 di ieri una densa nube di fumo nero è partita dallo stabiliminento, lungo la statale 113: alcuni pezzi di gommapiuma si sarebbero incagliati negli ingranaggi, facendo partire le fiamme.