L’enologo Carmelo Vaccaro ha ricevuto il premio “Angelo Betti Benemeriti della viticoltura“, Gran Medaglia di Cangrande nell’ambito del Vinitaly 2022. Il riconoscimento viene assegnato su indicazione degli assessorati regionali all’Agricoltura, ai grandi interpreti del mondo enologico italiano.

Il premio a Carmelo Vaccaro

Per la Sicilia a essere premiato al Vinitaly è stato Vaccaro: «Dedico questo premio ai miei genitori, per la caparbietà e la tenacia con cui hanno creduto in un sogno che oggi si chiama Vini Vaccaro. Sarà nostro l’onere e l’onore di portare la Sicilia tra i grandi della viticoltura e della enologia».

Carmelo Vaccaro ha anche aggiunto: «Fieri di aver ricevuto il premio Angelo Betti Benemeriti della viticoltura. Un prestigioso riconoscimento che ci rende orgogliosi di aver contribuito e sostenuto il progetto qualitativo per l’enologia Italiana».

«Un ringraziamento al Governo Siciliano, in particolare all’assessore Regionale dell’Agricoltura, allo Sviluppo Rurale Toni Scilla, per aver visto nell‘azienda Vaccaro le capacità di essere portavoce di una Sicilia che produce».

L’azienda è nata con un appezzamento di 10 ettari, acquistato da Giacomo Vaccaro e dalla moglie Caterina (genitori di Carmelo), negli anni Settanta a Salaparuta. Oggi gli ettari sono 80, di cui 60 a vigneti. L’azienda si trova in un’area ad alta vocazione vinicola, che ospita la piccola Doc Salaparuta.

Nel corso degli anni, a Giacomo Vaccaro si sono affiancati i figli Carmelo (enologo che su occupa della parte tecnica) e Catia (responsabile dell’amministrazione e del commerciale). Anche gli altri membri della famiglia collaborano all’attività,

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati