Revoca degli arresti domiciliari per Nino Pulvirenti e Pablo Cosentino, due dei coinvolti nell'abnorme scandalo Catania. Pulvirenti, in particolare, nei giorni scorsi ha ammesso la sua responsabilità a proposito della compravendita di diverse partite dell'ultimo campionato di Serie B.

La decisione porta la firma del Gip di Catania Fabio Di Giacomo che ha disposto sia per l'ex presidente che per l'ex amministratore delegato l'obbligo di firma per quattro volte alla settimana in un posto di polizia. A entrambi sono stati ritirati i passaporti.