Ignazio Corrao, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, lancia l'allarme rifiuti in Sicilia. Dopo la firma dell'ordinanza da parte di Rosario Crocetta con la quale viene prorogato fino al 14 luglio 2015 il commissariamento delle Ato Siciliane, Corrao insinua il dubbio. Anzi, per lui se non è una certezza poco ci manca. Le sue sono parole che alzano un polverone:

Dal 15 luglio in Sicilia sarà caos. Crocetta firma l'ennesima proroga, stavolta di 15 giorni, dopodiché sarà emergenza. Per di più in piena estate, sarà una coincidenza? Il governo Crocetta del Pd-Udc, di concerto con i poteri forti persevera nella azione di distruzione della Sicilia avallando gli affari sulla gestione rifiuti-discariche-inceneritori.

Oggi a causa della mancata progettualità e della mancata attuazione del piano gestione rifiuti, ci troviamo in prossimità di uno 'Stato d'emergenza' voluto, programmato e subdolamente attuato alle porte della stagione estiva, quando si verifica il fisiologico aumento dell mole di rifiuti che in concomitanza con le alte temperature farà accentuare i fattori di rischio sanitario, dal percolato, ai cattivi odori, dall'inefficacia del servizio di derattizzazione agli incendi.