Ditta Amadori

Arrestato un autotrasportatore di 43 anni e uno dei suoi complici.  I due uomini, lo scorso ottobre, hanno assaltato la ditta Amadori, mettendo a segno un colpo che ha fruttato 50 mila euro.

Il movente, che avrebbe spinto l’uomo ad organizzare il colpo, è stato il suo licenziamento da parte dell’azienda e così avrebbe pianificato una rapina nella sua ex ditta, l’azienda Amadori di Casteldaccia, per vendetta. Insieme a F.P.C., 35 anni, è finito anche in manette R.R. di 43 anni, uno degli esecutori materiali del colpo. L’autotrasportatore, con la scusa di consegnare dei documenti, ha permesso ai tre uomini di fare irruzione nell’azienda. I dipendenti, dopo essere stati minacciati con una pistola, sono stati legati ed immobilizzati con del nastro adesivo.

In seguito alle indagini condotte dalla procura di Termini Imerese, sono scattati i primi arresti. In libertà ancora gli altri due esecutori materiali della rapina. 

[youtube]http://youtu.be/HiuhTh9NTa8[/youtube]