Scene da Far West in chiave moderna a Catania, dove un minorenne ha aggredito un impiegato comunale nel Centro Servizi della Municipalità di San Giovanni Galerno, poiché quest'ultimo si è rifiutato di consegnargli un duplicato della carta d'identità senza la presentazione di una regolare denuncia.

Il minorenne, non ancora identificato, ha preso a pugni sul viso l'impiegato; in seguito ha fatto irruzione, insieme ad alcuni coetanei, all'interno dell'ufficio (sito a pian terreno) a bordo di una motocicletta, spaccando i vetri di porte e finestre con una spranga di ferro e dandosi poi alla fuga. A denunciare quanto accaduto, lo stesso Comune. Sulle pagine de La Repubblica, il vicesindaco Marco Consoli ha dichiarato quanto segue:

Non permetteremo ad alcuno di compiere questi, che sono atti di intimidazione nei confronti dell'intera città. Abbiamo denunciato l'espisodio sul quale stanno ora indagando sia la Polizia di Stato, sia la Polizia giudiziaria municipale. Siamo convinti che i responsabili saranno tutti identificati.