CATANIA – Con 7.914.117 di  passeggeri, l'aeroporto internazionale di Catania ha chiuso il 2016 con un nuovo record di presenze e una crescita percentuale del 11,38%. Nel 2015 i viaggiatori erano stati 7.105.487. Lo rende noto la Sac, società di gestione dello scalo etneo, sottolineando come lo scalo si  conferma la sesta aerostazione d'Italia per volumi di traffico.

Circa 70 le destinazioni operate da Catania Fontanarossa tra voli annuali, stagionali e nuove rotte. Ryanair, che nell'ultimo trimestre ha implementato di 400 voli mensili il proprio operativo su Catania, si conferma la prima compagnia con 2 milioni di passeggeri; a seguire Alitalia con 1,8 milioni; terza  Easyjet con 900mila.

Sul fronte dei collegamenti domestici, quello tra Catania e Roma Fiumicino, con 2.054.582 passeggeri lungo tutto il 2016, si conferma il più trafficato; mentre nel segmento  internazionale al primo posto figura Londra (con un totale di 239mila passeggeri annuali fra gli scali di Gatwick 193.429 e Luton 46.625); seguita da Parigi (oltre 192mila fra Charles De Gaulle 104.139 e Orly 88.762) e Malta (191.619).

Spiegano Daniela Baglieri e Nico Torrisi, presidente e ad di Sac: "L'anno appena concluso e le eccezionali performance di Fontanarossa sono una duplice conferma: da un lato il  dinamismo di un territorio che vede nell'impresa e nel turismo la sua naturale vocazione; dall'altro la funzione strategica di un'infrastruttura e il conseguente impegno della governance di Sac per incrementare e migliorare i servizi agli utenti. Entro l'estate avremo il terminal C per i voli Schengen e a seguire  avvieremo la ristrutturazione della vecchia aerostazione Morandi, che diventerà terminal B".