380370_10150970094319505_1883250858_nDue dipendenti dell’Università di Catania sono stati tratti in arresto dai militari della Guardia di Finanza del Comando provinciale sulla base di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice delle indagini preliminari che ha accolto favorevolmente il provvedimento proposto dalla Procura della Repubblica del capoluogo etneo. I reati contestati sono accesso abusivo al sistema informatico dell’ateneo, corruzione, falso in atto pubblico. Sulla scorta di quanto ipotizzato dagli inquirenti che stanno conducendo un’inchiesta sulle false lauree, i due avrebbero violato  il sistema informatico delle Facoltà, modificando voti o facendo apparire come sostenuti con esito positivo esami che in realtà gli studenti non avevano mai preparato.

Nicola Martino