CATANIA – Un romeno di 38 anni è stato arrestato dai carabinieri in provincia di Catania per aver picchiato la convivente, i suoi due figli minorenni e aver stuprato l'altra figlia 19 anni. Le accuse sono di maltrattamenti in famiglia, tentata violenza sessuale, atti sessuali e lesioni personali aggravate.

Secondo le accuse, il 7 giugno scorso l’uomo sarebbe entrato in camera della ragazza tentando di compiere atti sessuali. La ragazza si è opposta con forza. L'uomo l'aveva portata con la forza in un casolare in campagna, dove avrebbe iniziato a toccarla nelle parti intime tentando atti sessuali.

La vittima era riuscita fuggire per le campagne. Terrorizzata e ferita, aveva raggiunto la strada provinciale, dove è stata assistita da due automobilisti. Dopo aver ascoltato il racconto della ragazza, i militari hanno controllato il casolare, acquisendo numerosi indizi. Successivamente hanno rintracciato l’auto dell’aggressore che, insieme alla convivente e gli altri due figli, stavano cercando la ragazza.