CATANIA – Una donna di 74 anni è morta all'ospedale Garibaldi di Catania. E la scorsa notte è stato eseguito il prelievo di diversi organi dall'equipe multidisciplinare dell’Ismett di Palermo, costituita da un chirurgo toracico e da un chirurgo generale. Prelevati fegato, reni e cornee.

Le attività di prelievo sono state rese possibili dall’impegno del personale dell’Arnas Garibaldi e in particolare dall’attività di coordinamento svolto dal referente di Nesima, Bruno Longo, e dal coordinatore locale aziendale, Ilenia Bonanno. In attesa di essere trapiantati, il fegato e i reni sono stati inviati proprio all’Ismett di Palermo, mentre le cornee avranno come destinazione la Banca degli occhi di Mestre, riferimento specifico della Regione siciliana.

Il Commissario dell’ospedale Garibaldi, Giorgio Santonocito, "esprime soddisfazione per l’intensa attività svolta, che pone l'azienda ai primi posti in Sicilia, a testimonianza di quanto siano rilevanti e spesso determinanti gli aspetti organizzativi in una attività così delicata e multidisciplinare come quella dei prelievi. Un sentito ringraziamento va ai familiari del donatore per la sensibilità dimostrata".