Catturara a Catania dai carabinieri della Compagnia di Ragusa Janina Mari, romena di 30 anni, nei cui confronti era già stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare in carcere: la donna è accusata di far parte di un gruppo di donne romene dedite alla prostituzione, che adescavano clienti con annunci online e scattavano a loro insaputa foto compromettenti durante i rapporti sessuali, al fine di ricattarli. E' stata bloccata in una abitazione della zona sud del capoluogo etneo, mentre faceva visita al fratello George, che si trova ai domiciliari.

L'uomo era stato arrestato in flagranza di reato insieme alla romena Veronica Hodorog, mentre ritirava una prima tranche di denaro da un imprenditore di Vittoria che, dopo aver avuto rapporti sessuali con giovani donne dell'Est contattate online, aveva denunciato ai carabinieri la richiesta di 100.000 euro per non pubblicare foto osé. Janina Mari dovrà rispondere di tentativo di estorsione e favoreggiamento della prostituzione