CATANIA – Pugni e calci in testa alla moglie davanti ai figli: accecato dalla gelosia, il 29enne C.S. ha dato fuori di matto a Catania. La donna, in evidente stato di choc, ha chiamato la polizia, subito intervenuta nel cuore del quartiere Librino di Catania.

Le botte le hanno provocato diverse ferite, ma i medici dell'ospedale, dove la donna è stata accompagna dai poliziotti, l'hanno giudicata guaribile in sette giorni. Non era la prima volta che il 29enne si rendeva responsabile di episodi simili: lo scorso 16 ottobre, non a caso, la vittima aveva presentato una denuncia per maltrattamenti e gli agenti erano più volte intervenuti per sedare le liti tra i due. L'uomo è stato rinchiuso in camera di sicurezza in attesa del processo per direttissima.