Nella provincia di Palermo si coltiva un cavolo con fusto corto ed infiorescenze di colore verde inteso: è il broccolo palermitano.

E’ ottimo lessato in acqua salata e condito con il burro, sale, pepe e formaggio.
In inverno non c’è nulla di più buono per ristorarsi e riscaldarsi il pancino.

In teoria ci sarebbe anche la pasta con i broccoli e la mollica tostata, ma è un piatto veramente bomba. Un primo che i nostri nonni potevano digerire per il lavoro duro che svolgevano dall’alba al tramonto – “altro che 8 ore giornaliere più sabato libero, ferie e vacanze”.

In realtà abbiamo sbagliato nel definirlo “cavolo”. Il Broccolo è un cavolo broccolo, varietà di Brassica oleracea, che è la grande famiglia di piante sotto la quale si acquista la definizione di cavolo.

Dei broccoli noi non mangiamo le foglie, ma le infiorescenze non ancora mature.

Sono una vera meraviglia.

Come li cucinate?
Avete già cominciato ad acquistarli o a raccoglierli?
Mio zio ne ha già portato a casa qualcuno. Piccolino, bruttino a vedersi, ma lo ha già portato a casa.

Autore | Viola Dante;