NAM00119La "Antinna a mari" è un gioco tradizionale, che coinvolge numerosi turist, che si svolge a Cefalù, in Sicilia, durante il mese di Agosto, in occasione dei festeggiamenti della festa del Santissimo Salvatore, patrono della città di Cefalù. Si tratta di una sorta di albero della cuccagna posto sul mare: un lungo tronco unto di sapone e sego viene sospeso in maniera quasi orizzontale sulle acque prospicienti il molo. 
Lo scopo della gara consiste nel cercare di raggiungere una bandierina raffigurante il SS. Salvatore posta all'estremita, appunto, della 'ntinna senza cadere in acqua. I partecipanti, solitamente una ventina, tutti rigorosamente provenienti dalle famiglie storiche di pescatori cefaludesi, sono costretti ad innumerevoli tentativi (con conseguenti tuffi in acqua) prima di riuscire a raggiungere la bandiera.