Cenerentola, ecco tutti i segreti dell'abito e della scena del ballo. Il mito e la magia di Cenerentola tornano sul grande schermo il 12 marzo per far sognare grandi e piccini con un classico firmato Disney. Stavolta attori in carne ed ossa, a cominciare dalla protagonista Lily James e sotto la direzione di Kenneth Branagh. L'idea è di ammodernare e rendere contemporanea la storia, ma la scena del ballo è esattamente come ogni bambina – di oggi e di ieri – la immagina quando sospira ascoltando la favola della buonanotte: dentro c'è tutta la magia di un vestito meravigliosamente ampio, con una cascata di brillanti, un principe bello e innamorato e tutta la felicità del primo amore. Non manca proprio niente.

Più di settanta metri di stoffa sono serviti alla costumista Sandy Powell per realizzarlo. "Per la verità ne abbiamo realizzati otto di quegli abiti, tutti uguali. Anzi no, non proprio: quello per la scena della fuga è un po' più corto, altrimenti Lily ci si sarebbe incespicata". E che dire poi della famosa scarpetta realizzata in cristallo, grazie a una collaborazione con Swarowski. "Per girare quella sequenza di danza ci sono volute più di due settimane – racconta il regista Kenneth Branagh – e la cosa buffa è che eravamo tutti nervosi. Era come se nessuno di noi volesse arrivare in ritardo al ballo". La scena del ballo è stata particolarmente difficile per il vestito, decisamente tridimensionale, indossato da Lily: "Eravamo in tre a ballare, io, lei e l'abito – scherza l'attore scozzese Richard Madden che interpreta il principe azzurro che per la prima volta ha un nome, Kit – dovevo scivolare sul pavimento, mai alzare i piedi, altrimenti avrei pestato il vestito".

Ballo a parte, Cenerentola nel nuovo film in sala dal 12 marzo diventa una ragazza moderna, che non si lascia scoraggiare dai casi della vita, che cerca di capire e perdonare le perfidie altrui, che apprezza le piccole gioie di tutti i giorni e i pochi amici sinceri (che differenza fa se si tratta di topolini anziché di persone) e che un giorno incontra per caso il Principe. "Non lo aspetta per essere salvata, lo incontra e poi lo vuole, perché ne è innamorata", dice Lily James. "Questa Cenerentola non è mai una vittima". Il cast del film è notevole: Cate Blanchett interpreta una perfida e bellissima matrigna, Helena Bonham Carter è la fata madrina. 

 

Cenerentola, ecco tutti i segreti dell'abito e della scena del ballo

La chicca sta proprio nella gonna che Cenerentola indossa durante il suo emozionante ingresso al ballo. Realizzare il costume ha richiesto mesi e mesi di preparazione per la Powell e la sua squadra, a causa dei numerosi prototipi e delle prove da effettuare per i vari movimenti e le scene di danza. “Non deve soltanto ballare, ma deve anche fuggire dal ballo correndo per una grande scalinata”, afferma la Powell. gonna è stata progettata sapientemente, quindi anche se è voluminosa, è sempre molto bilanciata”. Prosegue: “Non è nemmeno pesante perché poggia su punti strategici del corpo, e i supporti posti sotto le numerose sottovesti rendono i movimenti incredibilmente semplici. Non è la gonna più sontuosa o elegante del ballo, ma doveva risaltare tra la folla restando allo stesso tempo molto semplice”. La Powell voleva evocare un senso di leggerezza e semplicità, e nonostante le grandi dimensioni doveva apparire priva di peso. Per riuscirci ha utilizzato diversi strati di tessuto finissimo, ognuno di una diversa sfumatura di blu, che messi insieme appaiono blu-­lilla.

“Gli strati di tessuto funzionano molto bene, e sembrano quasi fluttuare attorno a lei quando si muove. Fanno apparire Lily molto minuta, e allo stesso tempo forniscono un forte contrasto con l’aspetto che ha all’inizio del film. Volevo che sembrasse un acquerello”, afferma la Powell. Inoltre, l’aggiunta di un corsetto ha aiutato ad accentuare il fisico minuto della James, creando un forte contrasto tra il suo punto vita di 55 centimetri e la voluminosa gonna. Ma la Powell ha deciso di non inserire dei gioielli o una tiara, per evidenziare la sua semplicità. 

Le è poi venuta l’idea di far posare delle piccole farfalle sul vestito subito dopo che la Fata Madrina lo crea, che sarebbero poi state incorporate nelle decorazioni del vestito. In conclusione, sono state create nove versioni della stessa gonna, ognuna delle quali è stata realizzata con oltre 240 metri di tessuto, più di 10.000 cristalli Swarovski, numerose sottovesti e oltre quattro chilometri di cuciture. “La prima volta che ho visto il vestito blu di Cenerentola nell’ufficio di Sandy Powell, sono rimasta senza parole”, afferma Allison Shearmur. “Mi ha invitato a toccarlo ed io ero terrorizzata, ma quando l’ho fatto sembrava di toccare una nuvola. Eppure, c’era una quantità impressionante di tessuto in quella gonna".