La polizia ha sequestrato un pub che si trova di fronte alla chiesa di San Gaetano, la parrocchia di don Pino Puglisi, nel quartiere Brancaccio a Palermo. Il locale, completamente sprovvisto delle necessarie autorizzazioni, era solito somministrare ogni tipo di cibo e bevande, anche alcoliche

Nell'esercizio commerciale c'erano frigoriferi contenenti, come detto, alimenti e bibite di ogni tipo, oltre a dei piccoli elettrodomestici per la preparazione di panini e di altre pietanze per il consumo, tavolini con sedie e un televisore con decoder per la visione di tv a pagamento.

Il gestore, con precedenti per reati di rapina e lesioni personali, era stato scarcerato nel 2013. Poi ha ben pensato di cominciare un'attività, ma ha candidamente ammesso di non avere alcuna licenza. La "giustificazione" fornita non ha convinto gli agenti, e non poteva essere altrimenti: l'uomo, infatti, ha detto che l’attività era limitata a parenti e pochi amici.

Di diverso avviso gli esposti presentati da diversi palermitani residenti a Brancaccio, i quali protestavano per gli schiamazzi e il caos stradale provocato dalle auto in doppia fila lasciate dai clienti.