La rassegna di cinema a tema scientifico “Ciak…Si Scienza!” dell’Università degli Studi di Catania ritorna con sei nuovi appuntamenti da giovedì 28 luglio, fino al 15 settembre, nel cortile di Città della Scienza.

La rassegna sarà aperta con la proiezione di “Agorà” di Alejandro Amenabar, un film affascinante e molto particolare che racconta la storia di Ipazia, matematica, astronoma e filosa, vissuta ad Alessandria di Egitto, nel IV secolo d.c. A moderare il film sarà la prof.ssa Adriana Di Stefano, delegata alle Pari opportunità. Ipazia è la più celebre matematica e filosofa dell’antichità e la prima scienziata la cui vita sia ben documentata ed è una delle poche ad essere citata in quasi tutte le opere storiografiche delle scienze naturali.

“La scelta di questo film come apertura per la nostra rassegna non è casuale – spiega la prof.ssa Alessia Tricomi, delegata alla Città della Scienza e coordinatrice dell’iniziativa – Il dibattito sulla parità di genere nelle scienze è di estrema attualità e Ipazia rappresenta un simbolo per tutte le donne scienziate ma anche per tutti coloro che credono nella libertà della scienza. Il nostro ateneo negli ultimi anni si è molto impegnato nella prevenzione e nel contrasto di discriminazioni, stereotipi e disuguaglianze di genere e ha voluto dare un segno concreto in questa direzione attraverso la redazione e l’approvazione del Piano per l’Uguaglianza di Genere fortemente voluto dal rettore Francesco Priolo”.

L’iniziativa – ad ingresso gratuito, ma con prenotazione tramite Eventbrite – è organizzata dalla Città della Scienza dell’Università di Catania e dal Centro Siciliano di Fisica Nucleare e Struttura della Materia.

Il calendario prevede, inoltre, il 4 agosto “The imitation game” di Morten Tyldum (moderato dal docente Francesco Pappalardo) e il 25 agosto “Dark matter” di Shi-Zheng Chen (moderato dal docente Sebastiano Albergo). Nel mese di settembre altri tre appuntamenti con “Reazione a catena” di Andrew Davis (moderato dal prof. Antonio Terrasi), “La particella di Dio – particle fever” di Mark Levinson (moderato dalla prof.ssa Alessia Tricomi) e “A beautiful mind” di Ron Howard.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati