cibi spazzatura

I cibi spazzatura rallentano la mente e aumentano la pigrizia. A confermarlo uno studio condotto della University of California di Los Angeles, pubblicato sulla rivista “Physiology and Behavior”. Gli studiosi, in seguito ai test effettuati in laboratorio su dei ratti, sono giunti alla conclusione che un’alimentazione ipercalorica porterebbe a una diminuzione dell’attività celebrale, causando anche l’obesità.

L’esperimento.  I ratti sono stati sottoposti a due differenti diete per un periodo di tre mesi. Una parte di questi animali ha mangiato cibi sani, l’altra cibi ipercalorici e il risultato è stato evidente: una volta sottoposti a fare degli esercizi fisici, gli animali che si sono nutriti di cibo spazzatura presentavano notevoli difficoltà motorie, lentezza e pigrizia; al contrario i topi alimentati con cibi sani erano molto più veloci.

Il cibo spazzatura avrebbe lo stesso effetto per l’uomo spiegano i ricercatori: “I dati suggeriscono che la dieta potrebbe letteralmente cambiare le funzioni cerebrali. E le persone obese spesso tacciate di essere anche pigre sarebbero in realtà vittima di una fatica mentale-fisiologica".