È quasi certamente doloso il rogo che ha distrutto la Jaguar di un noto imprenditore siciliano delle scommesse. L’auto è stata bruciata nei pressi della sua abitazione in contrada Dollarita a Termini Imerese, in provincia di Palermo.

Una vicenda legata probabilmente a una storia di mafia: l'imprenditore, infatti, avrebbe collaborato nell’operazione "Black Cat" dei carabinieri, che nel maggio 2016 aveva permesso di arrestare 33 tra presunti boss e gregari tra Termini Imerese e Trabia (guarda qui le foto degli arrestati).

Le fiamme, divampate intorno all'1.30, hanno divorato anche una mini-moto. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che sono riuscti a spegnere il rogo dopo parecchio lavoro. Le indagini sono condotte dai carabinieri.

(foto di repertorio)