Chissà cosa avranno pensato i bagnanti della spiaggia di Lido di Noto, quando si sono trovati davanti un cartello con queste parole:

Liberiamo la nostra spiaggia dai mozziconi. Compro mozziconi di sigarette a un centesimo l'uno. (Non è uno scherzo).

A qualcuno sarà sembrata una strana trovata, a qualcun altro una presa in giro, ma invece era tutto vero. Dietro quel cartello c'è infatti l'iniziativa di Gianni Di Pasquale, pensionato originario di Sortino, da anni residente a Milano, che ha pensato di dedicare gli ultimi giorni di vacanza a Noto ad una bella iniziativa per la tutela ed il rispetto dell'ambiente. Un po' ovunque, troppo spesso si sottovaluta l'elevato effetto inquinante dei mozziconi, che contengono numerose sostanze tossiche ed hanno un tempo di degradazione di circa 10 anni. 

L'idea di Gianni gli ha permesso di raccogliere oltre 6.000 mozziconi di sigarette. Dopo le prime perplessità, infatti, i bagnanti si sono lasciati convincere ed adulti e bambini si sono impegnati nella "caccia", riempiendo i contenitori. Come ha raccontato il pensionato a NewSicilia, l'investimento in centesimi era di 20 euro (un ragazzo ha raccolto ben 700 mozziconi, aggiudicandosene 7), ma molti genitori hanno partecipato attivamente, rimborsando i propri figli che si erano dedicati alla ricerca.

L'iniziativa è diventata famosa anche al di fuori dei confini della Sicilia, dimostrando che è possibile lanciare un bel messaggio di civiltà: dietro il suo cartello Compro mozziconi di sigarette, infatti, non si celava di certo un'offerta di guadagno economico, ma il  rispetto per le nostre spiagge ed il nostro mare.