CON PLUTO DI ARISTOFANE TORNA IN SCENA LA COMPAGNIA GODOT.

DAL 21 AL 25 AGOSTO AL CASTELLO DI DONNAFUGATA LA COMMEDIA DEDICATA ALLA DISEGUALE RICCHEZZA NEL MONDO: PER RIDERE E RIFLETTERE INSIEME.

 

RAGUSA – E’ con Pluto di Aristofane che la Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa torna in scena al Castello di Donnafugata con la rassegna “Palchi DiVersi Estate al Castello”. Dopo gli straordinari sold out delle scorse settimane con due tragedie greche, Medea di Euripide ed Edipo Re di Sofocle, dal 21 al 25 agosto il parco interno dell’antico maniero ospiterà nuovamente Vittorio Bonaccorso e Federica Bisegna e i talenti da loro guidati. Stavolta sarà una commedia, appunto Pluto di Aristofane, dedicata alla delicata questione della poco equa distribuzione della ricchezza, a impegnare gli attori ragusani al momento impegnati nelle prove dell’opera.

Protagonista è un anziano cittadino di Atene, il povero ma onesto Cremilo, che insieme al servo Carione si reca presso l’oracolo di Delfi per chiedere se, di fronte alla ricchezza del mondo distribuita in modo così diseguale e per nulla legato all’onestà, anche il proprio figlio sia destinato a restare povero o meno. Dalla risposta dell’oracolo, cioè seguire la prima persona che incontrerà all’uscita dal tempio, iniziano le avventure di Cremilo nel suo rapporto con Pluto, dio della ricchezza.

“Tra i tanti personaggi della commedia, le argomentazioni più importanti vengono proprio dalla Povertà – spiega Vittorio Bonaccorso che è anche regista dello spettacolo e curatore delle scelte musicali – la quale afferma che grazie ad essa gli uomini sono spinti a impegnarsi e a lavorare per costruirsi una migliore situazione di vita, mentre da ricchi si lasciano andare alle mollezze e non producono più nulla di positivo. E questo è ancor più vero per gli uomini politici che una volta ottenuti potere e ricchezza perdono ogni scrupolo e cominciano ad arricchirsi a scapito del bene comune”.

Un’opera quanto mai attuale, il cui testo è stato adattato da Federica Bisegna, creando un parallelo tra la Grecia di quel tempo e oggi, con un prologo, degli intermezzi e un epilogo inventati.

Cinque serate per le quali si preannunciano già gli ennesimi sold out portati a casa con fatica, sacrifici, ma anche tanto entusiasmo dagli attori ragusani. 

Orario inizio spettacoli ore 21.30.

Sponsor della rassegna, che gode del patrocinio gratuito del Comune, è Banca Mediolanum, ufficio consulenza finanziaria di Via Virgilio a Ragusa. 

Biglietti acquistabili in prevendita presso Beddamatri (Via M. Coffa, 12 Ragusa – tel.0932.228745). Ingresso €.15 (ridotto per bambini dai 5 anni e studenti €.10), abbonamento ai 3 spettacoli: €.35 (€.25 per i ridotti).
Posti Limitati e Numerati.
Per prenotazioni e informazioni: 3393234452 – 3384920769 info@compagniagodot.it – www.compagniagodot.it