I carabinieri di Lampedusa, in collaborazione con l'Asp di Palermo, hanno segnalato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Agrigento un 49enne residente a Lampedusa. L'uomo, insieme ad altri sette operai, produceva e confezionava prodotti ittici in condizioni igieniche precarie, senza alcuna autorizzazione. Le otto persone sono state scoperte mentre realizzavano abusivamente conserve di pesce.

I militari hanno sequestrato 116 scatolette di sarde prive di etichettatura, del peso di 120 grammi ciascuna, e 600 chili di sgombro già cotto e pulito, conservato in cassette. Sequestrato anche un pozzetto frigo congelatore, con dentro 50 chili di prodotti ittici. Al locale in cui veniva esercitata l'attività abusiva sono stati posti i sigilli.