auto-bruciata-300x209Sono stati completamente consumati dal fuoco i corpi di Giuseppe Iannicelli, sorvegliato speciale di 52 anni, della compagna marocchina Ibtissam Touss, di 27, e del nipotino dell’uomo, di soli tre anni. E’ quanto emerge dagli accertamenti medico legali compiuti nelle scorse ore a Cassano allo Jonio. Nel corso della notte i carabinieri del Comando provinciale di Cosenza hanno sentito numerosi familiari e conoscenti di Iannicelli. Gli investigatori puntano a ricostruire tutti i suoi spostamenti prima della scomparsa e ad accertare se avesse avuto contrasti con altre persone. Al momento l’ipotesi piu’ accreditata dagli investigatori e’ quella che il triplice omicidio sia maturato nell’ambito della criminalita’ che gestisce il traffico e lo spaccio di droga. I carabinieri stanno anche valutando, viste le modalita’ efferate del triplice delitto, se ci sia stato anche un coinvolgimento diretto da parte delle cosche della criminalita’ organizzata locale. Dai primi accertamenti e’ emerso che l’automobile con a bordo le tre vittime ha bruciato per diverse ore, consumando completamente i corpi. Inizialmente, quando i carabinieri sono arrivati sul luogo del ritrovamento, e’ stato anche difficile riuscire a capire quanti fossero i cadaveri carbonizzati che si trovavano nell’automobile.

Ilaria Calabrò