A partire dalla giornata di oggi, sabato 15 gennaio 2022, la città di Trapani è in zona arancione, per decisione del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.
Di conseguenza, il sindaco Giacomo Tranchida ha deciso di chiudere tutte le scuole. Tranchida ha, infatti, emanato una ordinanza che chiude gli istituti fino al 26 gennaio.

“Sono sospese le attività didattiche ed educative in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado insistenti nel Comune di Trapani, siano esse pubbliche, private e paritarie”, si legge nell’ordinanza.

“Durante il superiore periodo di tempo le autorità scolastiche, potranno operare in DAD o, in piena autonomia, assumere ogni misura utile a garantire il diritto all’istruzione e all’inclusione degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali utilizzando ogni altra modalità ritenute maggiormente confacente e, ivi compresa quella in presenza; per la fascia di età da meno di 3 anni e fino a 6 anni sono sospese le attività didattico/educative in presenza rese presso asili, asili in casa, ludoteche, baby parking sia pubblici che privati e paritari. Dette attività potranno essere rese in modalità DAD. Per quanto attiene la fascia di età da 0 a 3 anni, rimangono operative i servizi educativi resi presso gli asili nido, micronido e sezioni primavera sia pubblici che privati che paritari insistenti nel Comune di TRAPANI, a condizione che i responsabili/gestori e gli addetti – giusto richiamato e allegato parere ASP- assumano la responsabilità nell’osservanza delle seguenti disposizioni: impedire, durante le fasi di accompagnamento e prelievo dei bambini, il verificarsi di assembramenti vigilando sul rispetto del distanziamento fisico interpersonale indossare Dispositivi FFP2, assicurare regolare igiene e pulizia degli ambienti ivi compresa la areazione degli stessi”.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati