Hanno creato un falso profilo su Tinder usando le sue foto, un evento che l'ha stressata così tanto da indurla al suicidio. Una mamma ha deciso di togliersi la vita nel giorno del suo 23esimo compleanno: non ha retto vedendo le sue foto e il suo nome in quell'app di incontri, dove qualcuno aveva contattato uomini chattando con loro.

La giovanissima inglese Leanne Morrison sembra avesse sviluppato una forma di depressione, legata ai continui attacchi ricevuti online. Era andata in cura da un medico, ma non aveva superato l'episodio. "Ho parlato con lei la sera prima del suo compleanno. Mi ha detto che aveva visto un medico di recente. Nessuno aveva capito quanto stesse male. Aveva tanti ottimi amici, ora il suo piccolo è la nostra più grande preoccupazione", ha raccontato la nonna in un'intervista al "Daily Mirror".

La nonna ha detto che non sapeva niente degli attacchi ricevuti dalla nipote, ma la ragazza aveva denunciato l'episodio alla polizia. Ora i familiari chiedono venga fatto qualcosa per scoraggiare questi episodi e punire chi, secondo loro, si cela dietro il gesto di Leanne. "Sono stati i bulli a portarla a questo. Qualcuno aveva creato un profilo Tinder a suo nome e chattava con i ragazzi. La polizia ha scoperto chi è stato e chiunque l'abbia conosciuta spera sia adeguatamente punito", ha detto un altro parente.