L’ex governatore della Regione Siciliana Totò Cuffaro, condannato a sette anni per favoreggiamento aggravato alla mafia, ha chiesto di essere scarcerato e affidato in prova ai servizi sociali. Vuole lavorare per i poveri e gli emarginati, a Palermo, a fianco del missionario laico Biagio Conte.

[Continua la lettura dell’articolo]