Il caso Moro. Il gruppo di Bilderberg. La strategia della tensione con le stragi di Stato impunite, da Piazza Fontana, a Milano, a Piazza della Loggia, a Brescia, per citare solo due episodi. Poi altre stragi e altre bombe. Come il tritolo che ha ammazzato, nel 1992, prima Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli uomini della scorta e poi Paolo Borsellino e gli uomini e le donne della sua scorta. Quindi mafia e politica. Andreotti e Cossiga. Cia e Gladio. Aldo Moro e il Kgb. Op e Mino Pecorelli.

[Continua la lettura dell’articolo]