Pensavate di aver sentito davvero di tutto? Probabilmente non avete ancora letto nulla a proposito delle Cristoteche. Si, avete letto bene: si tratta di una tendenza importata direttamente dal Brasile, dove negli ultimi anni le Cristoteche, che uniscono fede e divertimento, si sono moltiplicate rapidamente. Adesso anche la Sicilia si prepara ad accogliere questa nuova (o vecchia?) frontiera del divertimento e a Marsala si sono già attrezzati. Risale alla scorsa estate il primo esperimento in tal senso: antesignana delle Cristoteche siciliane, quindi, è stata la spiaggia di Marsala, dove i rappresentanti del Rinnovamento dello Spirito Santo hanno organizzato una serata con brani di contenuto religioso, ma più orecchiabili e più “leggeri” di quelli che sarebbe possibile ascoltare durante una Messa.

Come funzionano le Cristoteche?

Le Cristoteche sono da un punto di vista estetico uguali a tutti gli altri locali in cui si balla: ci sono maxischermi, casse e musica ad alto volume , ma i testi delle canzoni ed i messaggi che si intende veicolare sono orientati verso forme di divertimento diverse dalle più gettonate. Lo scopo è proprio quello di avvicinare i più giovani al mondo della fede cattolica. Aspettiamo qualche mese e cerchiamo di capire se questa moda dilagherà anche in Sicilia: in Italia i primi esempi di Cristoteche sono comparsi già da circa un anno.