Soldi pubblici per costruire moschee in Italia. Parlando della difficile integrazione delle comunità musulmane nel tessuto sociale e civile italiano, Massimo D'Alema si è chiesto se non sia il caso di allargare l'accesso all'8×1000 alla religione musulmana.

"In Europa ci sono 40 milioni di musulmani. Credo quindi dovremmo fare una riflessione, chiedendoci quale politica di convivenza stiamo facendo – fa notare l'ex presidente del Consiglio – È evidente che nell'attuale situazione le persone di cui stiamo parlando vivono come comunità separate dall'Europa e restano legate ai paesi di origine. Questo crea delle aree in cui è più facile che possa infiltrarsi la propaganda fondamentalista e anche terrorista".

Massimo D'Alema va avanti nella sua argomentazione: "Vorrei che queste persone si sentissero a tutti gli effetti cittadini italiani – dice – Preferirei potessero costruire le loro moschee come si costruiscono le chiese, cioè con il denaro pubblico. In Italia, per la chiesa cattolica, esiste l'8×1000 ma c'è un milione e mezzo di musulmani che non sono riconosciuti e con i quali non abbiamo un'intesa. L'Islam europeo potrebbe essere più aperto e moderno, rispetto a quello fondamentalista che viene da certi paesi. Se il centro islamico lo costruisce l'Arabia Saudita il predicatore salafita lo mandano loro".