Arriva il modello per autocertificare che non si possiede una tv in casa e che, quindi, non si deve pagare il canone Rai. L'Agenzia delle Entrate ha annunciato che è disponibile online l'apposito modello con cui i titolari di un contratto di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale possono certificare che non possiedono una televisione. Si tratta di una dichiarazione sostitutiva che, qualora non fosse veritiera, comporta delle sanzioni anche penali.

Grazie al modello che si trova online, i cittadini titolari di un'utenza di fornitura di energia elettrica possono certificare che all'interno dell'abitazione non è detenuto un apparecchio televisivo. Lo stesso modello può essere presentato anche per segnalare che il canone Rai è dovuto in relazione all'utenza elettrica intestata ad un altro componente della stessa famiglia anagrafica, del quale deve essere indicato il codice fiscale (è il caso, ad esempio, di due soggetti che fanno parte della stessa famiglia anagrafica, ma titolari di utenze elettriche separate). La dichiarazione sostitutiva, inoltre, può essere resa dall’erede in relazione all’utenza elettrica transitoriamente intestata a un soggetto deceduto.

La domanda va presentata direttamente dal contribuente o dall'erede, tramite un'applicazione web, che sarà disponibile a partire dal prossimo 4 aprile sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate, oppure tramite gli intermediari abilitati. Qualora non si potesse inviare telematicamente, si può presentare, insieme a un valido documento di riconoscimento, tramite servizio postale in plico raccomandato senza busta al seguente indirizzo:

Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino.