I denti potrebbero nascondere il segreto della nostra longevità, almeno secondo uno studio della "Oral Health Foundation" (Ohf), l'ente di beneficenza per la salute orale nel mondo che ha sede in Gran Bretagna. Secondo la ricerca, più denti vengono persi nel corso della vita maggiori sono le possibilità di morire. La ricerca, pubblicata su "Periodontology2000", sostiene che chi arriva a 74 anni senza aver perso denti, probabilmente, potrebbe raggiungere anche i 100 anni di età. Chi invece a 65 anni ne ha persi almeno 5 sviluppa un maggiore rischio di essere colpito da patologie come problemi cardiovascolari, diabete e osteoporosi.

Per l'Ohf, insomma, la dentatura sarebbe un formidabile indicatoredello stato di salute. "Ci sono molte ragioni per cui qualcuno può perdere i denti: ad esempio può dipendere da traumi, fumo o semplicemente da una scarsa igiene orale protratta nel tempo, ma la perdita di denti può essere anche correlata alle malattie gengivali, che sono strettamente legate ad altre condizioni cliniche come malattie cardiache e diabete", ha spiegato il dottor Nigel Carter .

La perdita dei denti, comunque, non è sempre collegata a determinate patologie: si tratterebbe di un semplice indicatore. Secondo la Ohf, inoltre, bisognerebbe sempre lavarsi i denti due volte al giorno con dentifrici al fluoro e recarsi dal proprio dentista a cadenza regolare. Viene inoltre consigliata la riduzione di bevande o cibi eccessivamente zuccherati.