I carabinieri di Palermo hanno trovato 500 chili di "stigghiole" in cattivo stato di conservazione in un deposito abusivo del quartiere Borgo Nuovo. Un uomo di 43 anni, Tony Ficano (palermitano, ma nato in Francia), è stato arrestato nell'ambito di un servizio di controllo del territorio. Ficano, gestore e titolare del laboratorio, aveva allacciato abusivamente alla rete elettrica il cavo per alimentare 10 congelatori: per lui è scattato l'arresto per furto aggravato. Dai controlli dei militari è emerso che il laboratorio era stato ricavato dentro un deposito imporvvisato ed era stato costruito abusivamente.

"Il capannone – dicono i carabinieri – era dedito alla preparazione e distribuzione di frattaglie, e alla cottura di parti anatomiche degli animali. Il locale si trovava in una strada laterale, ben nascosta. È stata l’attività informativa condotta dai militari della stazione di Borgo Nuovo a consentire di scovare il deposito di carne".

Ficano è stato deferito in stato libertà poiché in possesso di 500 chili di interiora di animali in pessimo stato di conservazione: la carne era, inoltre, priva di tracciabilità. L'arrestato è stato portato nella propria abitazione in regime di domiciliari, in attesa del rito direttissimo. Struttura e attrezzature sono state sequestrate e gli alimenti affidati a una ditta autorizzata allo smaltimento.