Diede una compressa troppo forte al figlio uccidendolo. "E' colpa mia, ma è stato un incidente. Gli ho dato una compressa per errore, era troppo forte per lui. Ora sono distrutto". Sono le parole disperate di un padre, il padre dell piccolo Kye Backhouse, morto a 13 anni dopo aver assunto una dose di morfina eccessiva che gli era stata data per errore dal papà Kevin Morton. Il figlio non stava bene e, secono quanto riporta il Daily Mail, il genitore gli ha dato una compressa con un dosaggio sbagliato di morfina.

Il bambino è morto lo scorso ottobre nella sua abitazione e il padre è stato dichiarato colpevole di omicidio colposo: rischia il carcere. Subito dopo il fermo della polizia, Kevin ha ammesso di aver somministrato il forte antidolorifico al figlio.  L'uomo è stato rilasciato su cauzione, ma è ancora in corso il processo che potrà portarlo in carcere.