Diventa mamma di due gemelli a 53 anni. È quanto è accaduto a una donna di Udine, che ha partorito due gemelli – un bimbo e una bimba – grazie alle tecniche di procreazione assistita, effettuate in un centro specializzato di Padova. La vicenda viene raccontata da Il Gazzettino: si è trattato di una "fecondazione di tipo eterologo, con ovociti provenienti da Marbella". La coppia di gemellini è venuta al mondo un po' prima del previsto, in un ospedale del Friuli. I nuovi nati sono arrivati alla trentaseiesima settimana di gestazione (rispetto quindi alle tradizionali quaranta), ma i bimbi stanno bene, così come la loro mamma.

La donna si è sottoposta a un ciclo di ovodonazione: gli ovociti sono arrivati da Marbella, in Spagna, dove ha sede la Ovobank, prima banca di ovociti europea. In aereo, sono atterrati al Marco Polo di Venezia e da qui sono stati trasferiti a Padova. "Una nostra paziente che ha eseguito un ciclo di ovodonazione ci ha appena comunicato la nascita di due gemellini (maschio e femmina) alla 36° settimana di gestazione – dichiarano dal centro Biotech Pma – durante la gravidanza la signora ha compiuto 53 anni ma, a causa dell'elevato tasso di gravidanze gemellari, ora la nostra attitudine è al transfert di un singolo embrione nelle donne dopo i 45 anni di età, per ridurre i rischi ostetrici. Intanto auguri ai nuovi arrivati ed ai loro genitori".