Donna tenta il suicidio, peraltro mettendo a repentaglio la vita del figlio di 16 anni, ma viene salvata dai carabinieri. È accaduto a Comiso, in provincia di Ragusa, dove i carabinieri sono stati messi in allerta dalla telefonata di una 48enne che ha annunciato di volersi suicidare "buttandosi in una cava", senza specificare quale fosse.

In pochi minuti di conversazione, però, i militari sono riusciti a farla desistere e in più hanno individuato la zona del "misfatto", cioè Cava delle Grazie. Giunti sul posto, i carabinieri hanno notato la donna sull’orlo di un dirupo alto circa 30 metri trattenuta con difficoltà dal figlio adolescente, che rischiava di cadere con la madre.

A quel punto i militari prima hanno distratto la donna, e poi sono riusciti a bloccarla insieme al ragazzo. Entrambi, dunque, sono stati tratti in salvo. Adesso sono in corso gli accertamenti per capire le motivazioni che hanno portato al folle gesto.