È deceduto pochi minuti fa, presso l'ospedale San Vincenzo di Taormina, Pietro Battiato, il 31enne che la notte scorsa ha assassinato la madre Angela Zappalà, di 59 anni, al culmine di un dramma familiare. Battiato ha accoltellato e ucciso la madre intorno alle 4.45, tentando subito dopo il suicidio con un colpo di coltello all'addome. In seguito alle ferite riportate era stato ricoverato presso l'ospedale di Taormina, dopo essere stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, ma le condizioni erano apparse subito critiche.

All'origine del dramma familiare alcune liti tra madre e figlio

Alla base del dramma familiare sembrerebbero esserci delle liti familiari: Angela Zappalà faceva la cartomante e riceveva i clienti in casa per la lettura dei tarocchi. L'omicidio sarebbe scaturito proprio perché il figlio era stanco di questa attività. I Carabinieri del Comando provinciale stanno indagando su quanto accaduto.