Ancora sangue sulle strade siciliane. Il diciassettenne Carlo Ragunì è morto in un incidente stradale avvenuto sabato in via Federico II di Svevia, a Giarre. Il giovane era a bordo di uno scooter – un Liberty 125 – e, per cause ancora da accertare, si è schiantato contro un palo della luce. 

Nonostante indossasse il casco, l'impatto gli è stato fatale: ha urtato violentemente la testa contro il palo ed è morto sul colpo, probabilmente a causa della frattura della nuca. 

I soccorsi sono stati tempestivi, ma gli operatori del 118, intervenuti sul posto, hanno solo potuto constare l'avvenuto decesso del ragazzo. Non sono ancora chiare le cause della perdita di controllo del mezzo. Come ha riferito un testimone, lo scooter avrebbe iniziato inspiegabilmente a zigzagare, per poi finire contro il palo. Non sono state trovate tracce di frenata, ma solo quelle dello strisciamento del cavalletto dello scooter sul bordo del marciapiede. 

Tante le ipotesi, dal malore improvviso ad una fatale distrazione. Una volta verificato che si è tratta di un tragico incidente autonomo, la salma del diciassettenne è stata restituita ai familiari.

Foto: La Sicilia