Una nuova, terribile moda in fatto di feste sta prendendo sempre più piede: è la cosiddetta "sex roulette", assurda pratica denunciata da un medico di Barcellona in un'intervista a "El Periodico", rilanciata in questi giorni da diverse testate. Si tratta di party durante le quali i partecipanti, che non si conoscono, hanno rapporti sessuali non protetti.

Tra di loro ce n'è uno con l'HIV, ma nessuno sa chi sia. Questi pericolosi festini prendo il nome dalla roulette russa, il noto gioco d'azzardo in cui c'è un unico proiettile in una pistola e pare si stiano diffondendo sempre di più. Il dottor Josep Mallolas, preoccupato per la crescente diffusione, ha spiegato che le persone hanno "perso rispetto" per l'HIV, sottovalutandone la pericolosità. In qualcuno di questi eventi c'è anche chi partecipa assumendo dosi di farmaci antiretrovirali per ridurre il rischio di trasmissione del virus.