Piazzare sismometri sulle dorsali oceaniche potrebbe aiutare i ricercatori a capire quali zone della Terra rischiano di dover fronteggiare grandi terremoti

[Continua la lettura dell’articolo]