Ilaria Cucchi, sorella di Stefano Cucchi (morto nel 2009 ad una settimana dal suo arresto per droga), ha pubblicato su Facebook domenica pomeriggio la foto di uno dei carabinieri indagati, accompagnando l'immagine con queste parole:

Volevo farmi del male, volevo vedere le facce di coloro che si sono vantati di aver pestato mio fratello, coloro che si sono divertiti a farlo. Le facce di coloro che lo hanno ucciso. Ora questa foto è stata tolta dalla pagina. Si vergogna? Fa bene.

Come è facile intuire, la pubblicazione ha sollevato molte polemiche e la stessa Ilaria Cucchi è intervenuta qualche ora dopo per fare alcune precisazioni: "Non tollero la violenza, sotto qualunque forma. Ho pubblicato questa foto solo per far capire la fisicità e la mentalità di chi gli ha fatto del male, ma se volete bene a Stefano vi prego di non usare gli stessi toni che sono stati usati per lui. Noi crediamo nella giustizia e non rispondiamo alla violenza con la violenza. Grazie a tutti".

In relazione all'inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi, il 29 gennaio ci sarà l'incidente probatorio, per accertare la causa della morte. Sono indagati cinque carabinieri della stazione Roma Appia.