L’avvocato di Massimo Giuseppe Bossetti, a seguito dei colloqui avvenuti con il suo assistito, è oggi in grado di spiegare perché sugli Slip di Yara c’è il DNA di Bossetti. 

Massimo Giuseppe Bossetti, dopo essersi ripreso dai malori che lo hanno accompagnato in questi ultimi giorni, legati al forte stress e alla tensione, pare non voler escludere la sua responsabilità in merito alla presenza del DNA sul corpo della giovane ragazzina di Brembate.

Ecco la sua dichiarazione:

“Non contesto che le tracce trovate siano mie, ma ci sono delle spiegazioni che posso offrire ai magistrati, dei motivi precisi che stanno alla base di questo ritrovamento. Sono questi motivi che mi scagionano”.

Questa è la rivelazione che oggi viene promossa su tutti i quotidiani online.

A parlare adesso è l'avvocato del muratore bergamasco che annuncia di non poter ancora svelare perché sugli Slip di Yara c’è il DNA di Bossetti, per una questione di strategia difensiva.

Non è ancora possibile svelare il motivo della presenza del DNA sugli slip di Yara, notizia questa che potrebbe scagionare il presunto assassinio di Yara. Fra pochi giorni, anche la moglie di Bossetti (assolutamente convinta dell’innocenza del marito), potrà incontrare il detenuto.

La notizia della sua presunta innocenza, potrebbe, una volta e per tutte, accendere le luci sulla cattiva gestione e comunicazione del giornalismo italiano, assolutamente mediatico e poco razionale.