A guidare la scelta di un corso di laurea, spessonon è solo la passione, ma anche, più concretamente, la possibilità che possa garantire un solido e tranquillo futuro dal punto di vista economico. A tal proposito, JobPricing ha realizzato una classifica che valuta le singole facoltà dal punto di vista delle opportunità di guadagno. Alcuni percorsi di studio, infatti, offrono inevitabilmente degli sbocchi lavorativi migliori, perché permettono di guadagnare di più.

Le lauree che fanno guadagnare di più

La classifica delle lauree che fanno guadagnare di più è capitanata da Scienze Biologiche, per la quale la retribuzione annua di un giovane laureato (in età compresa tra i 25 e i 34 anni) è pari a poco più di 35mila euro lordi, cifra appena sfiorata dai laureati in Scienze Giuridiche e Scienze Fisiche che si collocano rispettivamente nella seconda e terza posizione.

Bisogna tuttavia specificare che questi sono i tre corsi di laurea che permettono di guadagnare di più nell’immediato. Nel lungo termine, infatti, la classifica premia i laureati in Ingegneria Chimica e dei Materiali i quali nella fascia d’età che va dai 45 ai 54 anni riescono ad incrementare il loro guadagno del 110%, arrivando a più di 63mila euro. Dietro a questa facoltà nel lungo termine si posizionano i laureati in Ingegneria Gestionale, Scienze Giuridiche e Scienze Economiche (59mila euro annui di guadagno).

Poco remunerative invece le lauree umanistiche, come ad esempio Lingua e letterature straniere e moderne, visto che in tal caso nonostante gli anni di esperienza si può raggiungere al massimo i 40mila euro.