eleonora_abbagnatoAlla sua prima esibizione italiana dopo la recente nomina di étoile all’Ope’ra de Paris, Eleonora Abbagnato si attornia di alcuni danzatori di talento per dar vita alla serata ‘Eleonora Abbagnato e le Stelle dell’Ope’ra di Parigi’, a Taormina il 22 agosto, evento inaugurale della quinta edizione del Festival Belliniano fondato e diretto da Enrico Castiglione. Abbagnato sara’ poi in scena al Teatro di Verdura diPalermo l’8 settembre prossimo con ‘Eleonora Abbagnato & Friends’.

Il gala al Teatro antico di Taormina apre dunque il Bellini Festival nel segno dell’indissolubile legame artistico e umano che unisce il compositore etneo alla capitale francese, dove riscosse i suoi ultimi e piu’ grandi allori; Eleonora Abbagnato si esibira’ con le étoile Nicolas Le Riche, Clairemarie Osta, Benjamin Pech. Ballerino dal temperamento forte e al contempo raffinato, Nicolas Le Riche e’ partner di Abbagnato in ‘Carmen’ di Roland Petit. Il balletto di questo maestro dello stile francese e’ emblematico del successo della stella italiana per due motivi: Roland Petit e’ stato il suo ‘scopritore’, colui che ha notato la ballerina quando era ancora bambina, dandole il ruolo della giovane Aurora nella sua ‘Bella addormentata’ e l’ha portata negli anni alla fama che oggi ha conquistato anche attraverso i suoi balletti; inoltre e’ proprio dopo aver ballato ‘Carmen’ che Eleonora Abbagnato e’ stata proclamata e’toile. Nicolas Le Riche in veste di coreografo presenta ‘Odysse’e', su musica di Arvo Part. In programma spicca un altro lavoro di Roland Petit, ‘Rendez vous’, dai toni sensuali, ironici e dark nel finale a sorpresa. Ancora ‘La Dama delle camelie’, balletto di John Neumeier sulla musica di Chopin, ispirato all’omonimo romanzo di Alexandre Dumas figlio. Benjamin Pech e’ anche il coreografo, insieme alla stessa Abbagnato, di ‘Stabat Mater’, un balletto drammatico che traduce in danza il tema della crocefissione. Inoltre, creato dall’e'toile dell’Ope’ra, Kader Belarbi, ‘Entre d’eux’ e’ una coreografia contemporanea su musica di Gabriel Faure’. Arricchiscono la serata alcuni dei piu’ famosi brani del repertorio, come ‘Il lago dei cigni’ e ‘Don Chisciotte’.