Si chiama Epidolex, è un farmaco sperimentale derivato dalla marijuana ed ha ridotto le crisi convulsive in pazienti affetti dalla sindrome di Dravet, rara forma di epilessia tra le più difficili da curare. Secondo l'azienda britannica Gw Pharmaceuticals, sviluppatrice del farmaco, se Epidolex riuscirà a ottenere l'approvazione del Governo, sarà il primo medicinale di questo tipo a essere commercializzato negli USA. 

All'interno del farmaco c'è cannabidiolo, un estratto della pianta di cannabis, la cui somministrazione non causa effetti sull'umore. Nella fase di sperimentazione sono stati coinvolti 120 pazienti con un'età media di 10 anni e con una frequenza media di 13 crisi epilettiche al mese, nonostante l'assuzione di una media di tre farmaci alternativi. La metà dei bambini ha subito una riduzione delle crisi del 39%, mentre nell'altra metà cui è stato sommistrato un farmaco placebo la riduzione è stata solo del 13%. 

Otto pazienti sono stati ritirati dal test a causa degli effetti collaterali, tra i quali c'erano sonnolenza, diarrea, carenza di appetito, senso di fatica, febbre, vomito e infezioni respiratorie. Gw, dal canto suo, ha dichiarato che il farmaco è stato complessivamente tollerato bene.