"Il dolcificante artificiale Splenda provoca tumori e leucemie": è l'allarme lanciato da alcuni ricercatori italiani. Il prodotto viene venduto in Europa da 14 anni, e si trova da sempre negli Stati Uniti. Gli esperti dell'istituto Ramazzini hanno alimentato un migliaio di topi, maschi e femmine, con il dolcificante artificiale e hanno riscontrato un aumento di tumori e leucemia per i roditori maschi che si nutrivano dello Splenda.

Gli studiosi hanno fatto sapere al Telegraph che approfondiranno i loro studi perché "milioni di persone utilizzano questo prodotto con marche diverse". Lo Splenda viene venduto come altrnativa ipocalorica allo zucchero e una scoperta di questa portata potrebbe creare problemi per migliaia di persone in tutto il mondo.

I produttori americani del dolcificante, Heartlands Food Products, manco a dirlo respingono seccamente in una nota quanto scoperto dai ricercatori italiani e li accusano di "condurre studi non affidabili".

"Il gruppo di italiani conduce di routine studi con disegni non convenzionali e non segue gli standard per la valutazione della sicurezza riconosciuti a livello internazionale", scrivono i produttori americani. Intanto l'allarme è stato lanciato e i ricercatori invitano ad abbandonare l'utilizzo di dolcificanti artificiali.