La politica siciliana è stata protagonista ieri pomeriggio su RaiUno, nell'Arena televisiva di Massimo Giletti. Ester Bonafede, al centro di numerose polemiche nei giorni scorsi per una polemica relativa al suo stipendio da assessore, sceso a causa della spending review a "soli" 5.400 euro mensili, ha preso parte alla trasmissione per fare chiarezza sulle sue precedenti dichiarazioni.

In tv ha quindi precisato di non essersi lamentata della cifra, ma di aver soltanto comunicato ad una cronista quanto percepisce, specificando che se fosse stata assessore 5 anni prima il compenso sarebbe stato di 17.000 euro mensili. Alla stessa trasmissione ha anche preso parte, in un secondo momento, il presidente dell'Ars Giovanni Ardizzone, che ha replicato alle parole di Ester Boanfede, spiegando che che le cifre dichiarate dall'assessore relativamente alla retribuzione degli assistenti parlamentari non corrispondono a verità: 

Non risponde assolutamente al vero che lo stipendio di un assistente parlamentare all’Assemblea regionale siciliana sia di 14 mila euro lordi al mese. Sarebbe bastato consultare il sito web dell’Ars, dove sono indicate le retribuzioni di tutti i dipendenti, per fare una verifica immediata e constatare che lo stipendio è di gran lunga inferiore. Mi dispiace, inoltre, che la cifra errata sia stata avallata dall’assessore regionale al Lavoro, Ester Bonafede, presente in studio.