00000La Cassazione ha confermato la condanna a Fabrizio Corona (emessa dalla Corte di Appello di Milano nel maggio 2013) per vari reati, a 15 anni di reclusione nel carcere milanese di Opera per "le frequentazioni criminali e gli atteggiamenti fastidiosamente inclini alla violazione di ogni regola di civile convivenza", a cui si sommano "numerosi e cospicui precedenti penali", senza escludere "la ricerca ad ogni costo di facili (ed illeciti) guadagni e da condotte prive di scrupoli volte ad accaparrare risorse da investire in un tenore di vita lussuoso e ricercato".