Violenza in casa nel quartiere dell'Albergheria di Palermo. Un uomo di 41 anni è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni gravi: ha ferito la moglie in testa con una forchetta, quindi ha minacciato il figlio, intervenuto in difesa della madre, con un grosso coltello da cucina.

Ad allertare i soccorsi è stato un cittadino: gli agenti hanno accertato che i due contendenti erano padre e figlio e che ciò che accadeva era più grave di una semplice lite. La donna, ferita, ha raccontato di essere in fase di separazione da circa un anno, ma che continua a convivere con il marito.

L'uomo, proprio nell'ultimo anno, sarebbe diventato violento: avrebbe intimato al figlio di uscire di casa, quindi avrebbe iniziato a inveire nei confronti della consorte, minacciandola e insultandola pesantemente.

Ha preso una forchetta e piegati tre dei quattro rebbi, avrebbe quindi cominciato a colpire la donna alla testa. In soccorso della madre sarebbe intervenuto il figlio 21enne della coppia. Il ragazzo sarebbe però diventato il nuovo bersaglio: l'uomo gli ha lanciato contro un coltello da cucina che, per fortuna, non lo ha colpito.

La donna è stata dimessa con una prognosi di 10 giorni, 30 giorni per il figlio e 6 giorni per il padre. Quest’ultimo, al termine degli adempimenti di rito, è stato arrestato e condotto al Pagliarelli.